‘NDRANGHETA: ROMEO AVANTI TUTTA

0

Agosto 10, 2014 by redazione

Di: Pier Paolo Santi & Francesco Sinatti

Il Clan dei Romeo di Sarzana non finisce mai di sorprendere. Si professano costantemente innocenti ma ogni volta gli inquirenti aggiungono nuovi capi d’accusa.

Nelle edicole apuane, e presto nel resto d’Italia, i lettori potranno trovare un dossier a cura di “inchiostro scomodo” che li vede come protagonisti. Ma, adesso, parliamo d’altro: attualmente Carmelo Romeo e Santoro Romeo si trovano sul banco degli imputati per sfruttamento della prostituzione, stupefacenti ed estorsione.

Sotto la lente d’ingrandimento il “Morgana”, locale spezzino. Fra gli indagati, oltre a Salvatore Iemma, un personaggio conosciuto agli addetti ai lavori: Biagio Tramonte. Se si tratta della stessa persona, a conoscerlo bene è l’antimafia di Reggio Calabria che vede un Biagio Tramonte coinvolto nell’operazione “Migrantes”.

Un operazione che assume un valore particolare anche per lo sfruttamento degli extracomunitari da parte della ‘ndrangheta:

“…in capo a soggetti, italiani e sfruttamento della manodopera straniera clandestina, da impiegare, sottopagandola, nelle campagne di Gioia Tauro e di Rosarno per la raccolta di agrumi. Inoltre, è stato accertato come, alla base delle proteste e degli episodi di violenza (2010 n.d.a.) vi erano le condizioni di assoluta subordinazione in cui versavano i migrantes, finiti nelle mani di persone che, sotto gravi minacce di ritorsioni, imponevano imponenti e inique condizioni lavorative”.

Facenti parte dell’organizzazione criminale molti affiliati nord africani. Se si tratta dello stesso Biagio Tramonte, gli affari con Romeo si limitavano a questi capi d’accusa? Biagio Tramonte ha portato con se anche degli affiliati di nazionalità straniera? Cercheremo di capirne di più perché fonti non divulgabili (come abbiamo già scritto) ci confermano la presenza di criminali stranieri che, con il bene placito di ‘ndrangheta e camorra, stanno lentamente occupando alcuni paesi montani.

Sono tutte considerazioni che esporremo al Pm Tiziana Lottini attualmente incaricata del procedimento presso la procura di La Spezia.

Riproduzione Riservata


0 comments »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.