ALL’OMBRA DELLA COSCA MANCUSO?

0

Aprile 15, 2016 by redazione

Di: Pier Paolo Santi & Francesco Sinatti

 

L’OMBRA della potente cosca dei Mancuso si allunga su molti affari illeciti tra Lombardia – Liguria e Toscana. In questi mesi, lo sottolineamo, abbiamo portato avanti un lungo lavoro che potrebbe dimostrare l’attività di ‘ndrine della Brianza in Toscana Nord e Liguria, protagonisti gli Iamonte di Melito Porto Salvo.

Ogni volta, però, analizzando il profilo di affiliati, “organici”, eventi o luoghi interessati la cosca Mancuso aleggia come una subdola quanto costante presenza diretta (o indiretta) che sia. Prima di elencare alcuni collegamenti poniamo un interrogativo:
1 EPISODIO- Domenico Romeo (legato anche al locale di Sarzana) era stato arrestato insieme a tre soci. Uno in particolare ha attirato la nostra attenzione.

2 EPISODIO- Una brillante operazione, che tra l’altro ha visto l’impiego d’infiltrati, mette a segno un sequestro di coca del quale i Mancuso erano la cabina di regia.

“COCA NEI VESTITI E IN MATTONELLE – La droga veniva trasportata, secondo quanto scoperto durante le indagini, in tessuti imbevuti di cocaina e mattonelle per pavimenti con il fondo in droga grezza e travi in legno con all’interno la sostanza stupefacente.

La cocaina veniva acquistata in Colombia per poi arrivare in Spagna e poi in Italia. A gestire il traffico un’organizzazione composta da soggetti della criminalità vibonese, alcuni dei quali collegati alla cosca Mancuso, della fascia jonica Reggina e con le organizzazioni colombiane e albanesi”. (Le rotte della droga tra il Sudamerica e la Calabria 600 kg di cocaina sequestrati e 44 arresti; Quotidiano del Sud).

Tra gli arrestati ricorre un nome, oltre ad essere un omonimo del socio di Romeo. I due potrebbero essere la medesima persona? Importante verificare:

Domenico Romeo ha collegamenti con il locale di Sarzana. Riprendiamo un estratto giá pubblicato nei report:

«…il panorama criminale della Provincia del La Spezia è caratterizzato dalla presenza di elementi di spicco della ‘ndrangheta calabrese per lo più del versante ionico reggino, ove i ROMEO sono individuati come una vera e propria propaggine ligure della cosca “IAMONTE” di Melito Porto Salvo (RC). (Relazione Dna 2011).

Il personaggio sotto la lente di ingrandimento ė quindi  organico ai Mancuso e Iamonte (visto quanto riportato anche dalla Dna)? Alcune ‘ndrine di Brianza (da noi menzionate) e le due potenti cosche sono in affari nella fascia Lucchese- Apuo- Spezzina? Il cerchio si stringe con nuovi elementi?

Riproduzione Riservata


0 comments »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.